Crea sito

Il Derby della Mole è della Juventus

All’aLlianz Stadium Nel giorno del compleanno di Boniperti e del record di presenze di Buffon la Juventus vince 4-1 il derby col Torino

Al pronti e via Buffon fa subito 648 presenze in serie A diventando il primatista assoluto e scavalcando un mito come Paolo Maldini. Nemmeno il tempo di registrare il record del Superman bianconero che Paulo Dybala al 2′ firma la quinta rete consecutiva con uno dei suoi soliti gioielli di sinistro.

Nel corso del 1° tempo la Juventus domina il gioco per larghi tratti offrendo sprazzi di buon calcio. Fraseggio, tecnica e rapidità, grazie anche ad una crescente condizione fisica, danno la netta sensazione che i giocatori in campo si divertano. Il raddoppio di Cuadrado, nato da una grande ripartenza iniziata da Dybala per Ronaldo e finalizzata dal colombiano, sono un’altra grande dimostrazione che il periodo buio post Covid è definitivamente alle spalle. Il gol del gallo Belotti su rigore, assegnato con l’utilizzo del VAR al 4′ di recupero, tengono il Torino in partita.

Nel 2° tempo parte meglio il Torino che, rinfrancato dall’1-2, sfiora il pareggio, con Verdi ma il fuorigioco di Belotti salva la Vecchia Signora. Poi al minuto 61, nel giorno del compleanno del Presidentissimo Gianpiero Boniperti (a proposito augurissimi a lui), nel giorno del record di Buffon, arriva il primo gol su calcio di punizione di Cristiano Ronaldo. E che punizione ragazzi… Il 3-1 spegne le velleità di un comunque buon Torino ed il match arriva in fondo con la Juventus che arrotonda il risultato sul 4-1 grazie all’autorete di Djidji.

Problemi in vista di San Siro

Tra le note negative del match ci sono sicuramente il rigore assegnato dall’arbitro Maresca in quanto il pallone finito sul braccio di De Ligt aveva prima toccato il corpo dell’olandese che, essendo stato ammonito, salterà la sfida di San Siro col Milan martedì sera. Altra nota negativa l’ammonizione a Dybala che estromette, di fatto, anche l’argentino dalla sfida contro il Milan.

Pubblicato da Luca Gramellini

Scrivere è sempre stata una passione. Essere apprezzati dipende da noi stessi ma resta un privilegio. Non smettete mai di cullare i vostri sogni. Credeteci sempre e lottate per raggiungerli. Credete in voi stessi. I sogni si avverano.