Crea sito

La Juventus non sa più vincere

In un allianz Stadium per l’ultima volta aperto ai 1000 spettatori la Juventus non va oltre il Pari contro un ottimo Verona

La Juventus torna con la testa al campionato dopo la vittoria di Kiev in Champions League e lo fa presentandosi in abito rosa con la divisa disegnata da Pharrell Williams contro l’Hellas Verona nella sua classica divisa blu con inserti gialli.

Dopo le tante polemiche che vorrebbero il mondo del calcio fermarsi al cospetto di un virus che non da tregua e senza tenere conto che il calcio non è solo spettacolo, ma anche lavoro per centinaia di migliaia di persone, calciatori esclusi, Juventus e Verona si sono affrontate a viso aperto dando vita ad un match assolutamente gradevole. Gli scaligeri hanno giocato con un pressing asfissiante e a viso aperto nel tentativo di fare risultato pieno. Cuadrado con un missile sulla traversa e Morata con un taglio da cineteca (gol annullato dal Var per fuorigioco millimetrico), prima anche il gialloblù Colley si era visto annullare un gol per fuorigioco, sono state le giocate di spicco di un 1° tempo molto godibile.

Solita doppia linea da 4 tra difesa e centrocampo per gli uomini di Pirlo nella fase di non possesso e Cuadrado ma anche Danilo a supportare la fase di possesso con la novità Bonucci a sganciarsi a fare il centrocampista per liberarsi del pressing avversario. È il Verona a sbloccare il risultato con una bellissima azione tutta in verticale e chiusa dall’ex Favilli, appena entrato, assistito in maniera magistrale da Zaccagni. L’infortunio muscolare a Bonucci a 15′ dalla fine è la vera nota negativa della serata perché la Juventus dovrà affrontare mercoledì il Barcellona senza tre dei quattro centrali a disposizione.

Che questa sera sarebbe stata una partita difficilissima era prevedibile perché il Verona gioca bene, fa un pressing molto ben organizzato e riesce a tenere sempre la squadra corta, ma la Juventus ci ha provato sempre, ha colpito due traverse e s’è vista annullare un gol di Morata. Chiaro che contano i 3 punti e di questo passo la vetta si allontana.

L’ultima mezz’ora è stato un assedio bianconero, la Juve le ha provate tutte ma onore a questo Verona che è salito a Torino per giocarsela e fare punti. Mercoledì sarà un’altra storia ma quella di stasera lascia punti per strada e l’amaro in bocca.

Per la Juventus è il terzo pareggio consecutivo.

Pubblicato da Luca Gramellini

Scrivere è sempre stata una passione. Essere apprezzati dipende da noi stessi ma resta un privilegio. Non smettete mai di cullare i vostri sogni. Credeteci sempre e lottate per raggiungerli. Credete in voi stessi. I sogni si avverano.