Unieuro brutta ma vincente

Dopo un avvio confortante la squadra di Dell’Agnello si smarrisce, rischia il tracollo ma alla fine vince 62-63 a San Severo

Per il gioco serve Pazienza per la vittoria un piccolo Rush finale. Così, in un gioco di due parole, si potrebbe riassumere il match odierno di una Pallacanetro Forlì ancora alla ricerca di se stessa dopo le due batoste subite tra Ravenna e Orzinuovi.

E dire che la partenza era stata confortante. Forlì nel corso del secondo quarto era arrivata anche a +11 per poi scivolare nel terzo quarto sino a -10 quando l’inerzia della partita era tutta a favore di San Severo.

Alla fine, giocando una bruttissima partita, povera di contenuti (non parliamo di spettacolo), i ragazzi di coach Dell’Agnello fanno loro un match che in molti avrebbero dato per perso.

Benino questa sera Watson, non bene ma autore della bomba decisiva l’altro americano Rush, che dopo aver sancito il sorpasso, nel corso dell’ultimo possesso biancorosso ha rischiato di mandare in fumo una vittoria che a quel punto era quasi in cassaforte.

Inconcepibile come un giocatore della sua esperienza scelga di sparare una tripla, con ancora diversi secondi di possesso, a 15″ dal suono della sirena.

L’ultimo possesso concesso a Spanghero e compagni si infrange sul primo ferro altrimenti saremmo qui a raccontare tutta un’altra storia.

Per oggi accontentiamoci di due punti importantissimi per tornare a muovere la classifica. Il gioco arriverà (speriamo) e magari anche una condizione fisica accettabile.

Foto copertina da Forlitoday.

Pubblicato da Luca Gramellini

Scrivere è sempre stata una passione. Essere apprezzati dipende da noi stessi ma resta un privilegio. Non smettete mai di cullare i vostri sogni. Credeteci sempre e lottate per raggiungerli. Credete in voi stessi. I sogni si avverano.