Crea sito

Vinta una durissima battaglia

Gara 3 aveva illuso un po’ tutti che vincere la successiva battaglia sarebbe stato abbastanza scontato. In realtà Gara 4 di Playoffs s’è rivelata una vera e propria battaglia nella quale l’Unieuro Arena ha fatto il suo nel momento decisivo e la Pallacanestro Forlì 2.015 l’ha incanalata sui binari giusti solo oltre i tre quarti di gara. Forlì la spunta 84-74 ma per oltre 30 minuti si è trovata ad inseguire e subire una Zeus Rieti che ha dispensato “manganellate” a destra e a manca confermando di giocare una pallacanestro tutta difesa e grinta per mandare fuori giri gli avversari.

Forlì, dal canto suo, sappiamo esser nettamente più forte dal punto di vista tecnico ma decisamente inferiore quando viene a trovarsi al cospetto di un avversario che gioca così maledettamente duro. E questo era il piano di battaglia che il coach reatino, Alessandro Rossi, aveva preparato nei dettagli con un pressing a tutto campo dal primo all’ultimo minuto di questo palpitante match.

Coach Nicola guarda già a Gara 5 a Rieti – Foto Nicolò Ulivi

Si va a alla bella

Mercoledì ore 21:00 si tornerà al PalaSojournier dove andrà in scena l’ultimo atto di questo primo turno di Playoffs dal quale solo chi avrà saputo incassare meglio le botte avversarie ne uscirà vincitore. Avete capito bene, Gara 5 sarà un’altra durissima battaglia, un match che al confronto questa Gara 4 è stata uno zuccherino. Rieti ci attenderà con la bava alla bocca, pronta a “picchiare” dal riscaldamento sino a quando i ragazzi di coach Nicola non saranno risaliti sul pullman.

Mercoledì sarà durissima e se vorremo tornare vincitori espugnando il loro Palazzetto, che sarà per l’occasione caldissimo, ci entri immediatamente nella testa sin d’ora che dovremo esser pronti “darcele di santa ragione” e che il fioretto e la “sufficienza” non potranno salire sul pullman che ci condurrà in terra reatina.

Provocazione ma non troppo

A proposito di Pullman. E’ forse pura utopia ma se ripensiamo a quando furono messi a disposizione dei tifosi i pullman per l’esodo a Recanati non sarebbe una così cattiva idea promuovere un’iniziativa che consenta a quanti più tifosi possibili di seguire la squadra per sostenerla e spingerla a tornare a Forlì col pass per il secondo turno di Playoffs. In soldoni, analizzando la Regular Season e queste prime quattro gare, ci sono “denari” spesi peggio.

MVP

Anche in Gara 4 alla voce MVP si iscrive Pierpaolo Marini che nel momento decisivo trascina i suoi con 21 pt. 4/7 da due, 1/6 da tre, 10/11 dalla lunetta, 7 rimbalzi, 4 assist, 2 recuperi, 1 stoppata e 32 di valutazione complessiva.

Pierpaolo Marini MVP di Gara 4 con 21 punti e 32 di valutazione – Foto Nicolò Ulivi

Chiave di lettura

Loro giocano durissimo ma se gli arbitri fanno il loro dovere Forlì si ritrova un patrimonio da gestire grazie a una quantità industriale di tiri liberi. Tiri liberi che in stagione ci hanno spesso condannato ma che questa sera sono risultati sicuramente una delle chiavi di volta del match. Il 27 su 29 finale sono un bottino decisivo in battaglie tirate e dure come queste.

Appuntamento a Rieti c’è un’altra battaglia da giocare e possibilmente da vincere.

Pubblicato da Luca Gramellini

Scrivere è sempre stata una passione. Essere apprezzati dipende da noi stessi ma resta un privilegio. Non smettete mai di cullare i vostri sogni. Credeteci sempre e lottate per raggiungerli. Credete in voi stessi. I sogni si avverano.