Crea sito

Sogni d’estate e giovani da lanciare

Come ogni estate il periodo del calciomercato accende l’interesse dei tifosi, anche di quelli più reticenti a seguire le partite di pallone incollati davanti alla tv. Non fa eccezione l’estate che ha visto gli Azzurri di Roberto Mancini laurearsi Campioni d’Europa, nonostante il periodo ancora pesantemente influenzato dagli effetti negativi della pandemia.

Sognare è gratis e allora sognare acquisti milionari, tanto più quando i soldi li cacciano fuori gli altri, è davvero un attimo. Alla Juventus hanno altre idee specialmente in questo momento nel quale l’acquisto di Cristiano Ronaldo, senza gli introiti da stadio, ha palesato tutta la sua incidenza sul bilancio.

Non fu un acquisto sbagliato, sia chiaro, è stato certamente un acquisto sfortunato economicamente parlando proprio perché nessuno poteva prevedere questa carenza dei flussi in entrata. E allora nel momento in cui la società decide di sposare un progetto quadriennale, cosa mai accaduta prima, con mister Allegri è lecito pensare che si voglia costruire un ciclo a medio e lungo termine e l’auspicio è che lo si possa fare “sfornando” dalla cantera bianconera qualche nuovo campione del domani.

Sappiamo come alla Juventus non esistano anni di transizione e sappiamo come il club abbia dato valore al progetto Juventus U23. Quello che attendiamo di vedere, ma che non può tardare ad arrivare, è l’esplosione di qualche ragazzo proprio in ossequio a questo progetto.

I tifosi, a cui piace sognare, vorrebbero i nomi di grido salvo poi criticare la società per gli ingaggi che ne limitano l’appetibilità all’atto di una possibile vendita. Gli stessi tifosi sarebbero disposti ad aspettare un giovane come Nicolò Fagioli nell’attesa che sbocci e possa ripercorre le orme di un certo Claudio Marchisio?

Onestamente è difficile perché se vincere quello che in tanti definiscono quasi a spregio “uno scudettino” è altresì vero che in caso di un’altra mancata vittoria assisteremmo al massacro mediatico di una tifoseria che in parte non merita la Juventus.

Il sogno di questa estate si chiama Manuel Locatelli ragazzo giovane, italiano e già in pianta stabile nel giro della Nazionale azzurra. Può sembrare poco, ma sia la società che il tecnico di Livorno vedono in lui l’investimento giusto. Fagioli, che in tanti la scorsa stagione avrebbero voluto titolare in diverse circostanze, resterà alla corte di Max Allegri che ha deciso di puntare forte sui giovani e fare di loro l’ossatura per le vittorie di domani.

E allora occhi quindi puntati, oltre che sui già citati Fagioli e Locatelli (se arriverà), su de Ligt, Chiesa e Kulusevski.

Pubblicato da Luca Gramellini

Scrivere è sempre stata una passione. Essere apprezzati dipende da noi stessi ma resta un privilegio. Non smettete mai di cullare i vostri sogni. Credeteci sempre e lottate per raggiungerli. Credete in voi stessi. I sogni si avverano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.