Juventus-Udinese, le Gram pagelle

SZCZESNY voto 6: uno dei meno peggio perché sull’unico tiro in porta degli avversari non può davvero nulla. Sbagliata la scelta di difendere così a ridosso del portiere sulle punizioni, ma non è colpa sua. VITTIMA

GATTI voto 5: svagato e poco incisivo. Pasticcione e nervoso. Partita da dimenticare. INSUFFICIENTE

BREMER voto 6: è l’unico del reparto arretrato a meritare la sufficienza se non altro perché è l’ultimo ad arrendersi e a metterci un po’ di garra. Bello e difficile il duello con Lucca, ma alla fine non sfigura. Ammonito salterà la sfida contro l’Hellas. LOTTATORE

ALEX SANDRO voto 4: peggio di lui solo chi lo fa giocare. Speriamo arrivi presto il 30 giugno. DANNOSO

WEAH voto 5: sarebbe interessante capire quali fossero le sue consegne. Ammesso che gliene fossero state date. Impalpabile, incomprensibile. INUTILE

McKENNIE voto 5,5: prestazione come non se ne ricordano in questa stagione, ma la colpa non è tutta sua. Nel primo tempo si lamenta vistosamente perché non c’è una giocata sulla destra nemmeno a pagarla a peso d’oro. Nella ripresa Allegri cambia qualcosa, ma lui ormai è fuori dal gioco e non si butta mai a riempire l’area di rigore. ISOLATO

LOCATELLI voto 4,5: nella pochezza imbarazzante palesata dalla Juventus lui ne è il regista. Non proprio il miglior viatico a un futuro migliore. Non è un play e lo diciamo da tempo e forse ultimamente anche lui vuole farlo capire a chi continua a non vedere. MALE MALE

RABIOT voto 5: un solo guizzo nella ripresa e poco altro. Fuori dal gioco, avulso e apparentemente scarico. IMPALPABILE

CAMBIASO voto 6,5: in una Juventus priva di idee e fantasia è l’unico che ci mette qualcosa di veramente interessante. Purtroppo è un po’ come un predicatore in un deserto. Un deserto arido che più arido non si può. SOLO

CHIESA voto 5: tanto fumo e zero arrosto. Non ci siamo e sottolineiamo una volta di più che sarebbe un importante esterno d’attacco in un 4-3-3 piuttosto che un piuttosto che una seconda punta costretta ad allargarsi a sinistra per accentrarsi e cercare spesso la soluzione sbagliata. Non è in grande condizione, almeno mentale, e il suo gioco ne è l’espressione. Da salvare giusto la voglia di provarci. FUMOSO

MILIK voto 5: si divora un gol che un attaccante non dovrebbe nemmeno sognarsi sull’unica cosa buona di Alex Sandro in tutta la partita. Ne realizza uno annullato perché il pallone sul cross aveva varcato la linea di fondo. Per il resto davvero poco. SPUNTATO

YILDIZ voto 5: Allegri lo inserisce ma gli chiede di ricoprire una posizione discutibile. Lui prima o poi doveva “cannare” una partita e il mister lo ha agevolato nel compito. Così non serve a niente e a nessuno. INUTILE

ALLEGRI voto 3: manca Danilo e in passato metteva Rugani che, contrariamente alla considerazione che i più gli rivolgono, ha sempre fatto bene, oggi invece mette Alex Sandro e la frittata è assicurata. Forse ne aveva voglia di una per cena. Eccolo servito. Sbaglia la formazione, ma soprattutto sbaglia la gestione dei cambi e il posizionamento degli uomini con Yildiz a fare la mezzala a sinistra e Iling-Junior quella a destra. Incomprensibile come in casa con Empoli e Udinese non si debba avere un minimo di coraggio e sfrontatezza per mettere paura a delle provinciali. FINE DI UN’ERA

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Gramellini

Laureato in Scienze Politiche all'Università degli Studi di Bologna da sempre affascinato dal giornalismo sportivo. Scrivere è sempre stata una passione. Essere apprezzati dipende da noi stessi, ma resta un privilegio. Non smettete mai di cullare i vostri sogni. Credeteci sempre e lottate per raggiungerli. Credete in voi stessi. I sogni si avverano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights